LoveTrumpsHate

Oggi mi hanno domandato il perché ce l’ho tanto con Donald Trump. Io non ce l’ho con Donald Trump: dopo tutto, non so neanche chi sia in realtà e non sono americano. Perché allora mi importa?

Forse chi ride alle sue battute e ai suoi tweet non ha seguito la campagna elettorale americana, né le primarie di partito, prima. Se lo avesse fatto con attenzione avrebbe percepito – ma forse non condiviso – il mio punto di vista.

Donald Trump è stato eletto con circa 60 milioni di voti. DUE MILIONI E OTTOCENTOMILA voti in MENO rispetto alla diretta rivale, Hillary Clinton. E questo è il primo punto: la patria della democrazia moderna che elegge un Presidente che ha preso meno voti rispetto al rivale sconfitto. Non si parla di centinaia o migliaia di voti, ma di quasi tre milioni.

Donald Trump è un personaggio rispetto al quale il nostro Silvio Berlusconi potrebbe ambire ad essere considerato uno statista di prim’ordine. Imprenditore ricco di famiglia, ha “investito” il proprio patrimonio in una serie di imprese fallite, dalle Trump University, ai Trump Casino’, ai Trump hotel… tanto che è finito anche in bancarotta.

Donald Trump non crede ai cambiamenti climatici, all’effetto dell’attività umana sul clima del pianeta. Questa è, forse, la faccenda più pericolosa. Decine, se non centinaia di scienziati e climatologi che studiano il fenomeno dei cambiamenti climatici da decenni concordano sul fatto che l’attività umana sta producendo un aumento della temperatura media del pianeta, con effetti devastanti nel prossimo futuro, e con effetti catastrofici già oggi. Sarebbe come se vi dicessero che la Luna non è un satellite e un pianeta, ma è soltanto un’allucinazione collettiva. I cambiamenti climatici non significheranno che andremo al mare a maggio e torneremo in città a novembre, significa desertificazione, fenomeni climatici sempre più carichi di energia (ricordate i tornados sulla costa laziale dell’estate scorsa? No? Avete la memoria corta), intere popolazioni costrette alla migrazione, scarsità di risorse, di acqua… Nessuno può neanche immaginare cosa accadrebbe se la temperatura globale dovesse aumentare oltre i due gradi e mezzo: si ipotizza un processo irreversibile con conseguenze che nessuno vorrebbe neanche immaginare. Negare questo fenomeno significa condannare a un futuro nero tutto un pianeta, non soltanto gli Stati Uniti. Certo, i predecessori di Trump non hanno fatto miracoli, ma almeno l’amministrazione Obama aveva deciso di aderire ai protocolli internazionali, in modo da cercare di arginare i danni e limitare l’incremento delle temperature a livello globale entro i due gradi.

Donald Trump ha un solo dio: il denaro. Secondo la sua visione la cosa più importante sono i soldi. Il resto passa tutto in secondo piano. Forse avete sbirciato on line un video dove si vede Trump fare un sopralluogo in Irlanda per la costruzione di un lussosissimo campo da golf: ricordate come trattava la gente che si opponeva alla costruzione del resort in quanto avrebbe perso la casa?

Donald Trump ha opinioni sulle donne che fanno inorridire: su questo credo che tutti siano ben informati. E’ arrivato a dichiarare che se Ivanka Trump non fosse sua figlia … beh, lui ci proverebbe. Detto da un padre.

Donald Trump ha un atteggiamento verso la questione palestinese che costringerà il popolo palestinese a vivere come incarcerato per altre decine di anni. Ha condannato la risoluzione ONU che condannava la politica di Israele di costruire insediamenti nei territori occupati. E’ una decisione sacrosanta. E invece, no. Ovviamente Trump segue i soldi e i soldi portano in Israele, non in Palestina.

Donald Trump ha deciso che gli Stati Uniti sotto la sua presidenza cesseranno di essere il “gendarme del mondo”. Questo neanche sarebbe male, ma l’alternativa è una serie di accordi e alleanze dettate dalle convenienze del momento, con tanto di nuova corsa agli armamenti e alla costruzione di tante belle bombe nucleari, in una sorta di gara dell’orrido col suo amico Putin, altro grandissimo statista democratico.

Tutto questo vi piace? A me no. Ed è solo la punta dell’iceberg.

Annunci
Categorie: inuovimostri | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: