Dio di illusioni

Appena finito di leggerlo e già ti mancano i personaggi: se questo accade, è un buon libro. Ed è esattamente quel che è accaduto a me con questo libro di Donna Tartt. Scoperto un pò in ritardo, rispetto almeno al “caso editoriale” di dieci anni fa, ho amato questo libro per molti motivi.

La trama è molto semplice: gruppo di studenti in un college americano, tutti molto raffinati, ricchi e viziati, inizio- metà anni ottanta (lo si capisce da qualche riferimento), un insegnante di letteratura classica differente da tutti gli altri, in un rapporto speciale con i suoi studenti, che lo mitizzano, lo elogiano, ne fanno il loro punto di riferimento… nello studio, ma anche e sopratutto nella vita…ma, il lettore non s’inganni: non si tratta di una riedizione de “L’attimo fuggente”, anzi. E’ esattamente il contrario… ed è questo che rende il libro, molto controverso quando uscì, particolare e che forse, proprio per questo, mi ha attratto e conquistato.

Se dovessi usare una sola frase per descrivere questa storia, userei quella che riecheggia in gran parte del libro: “La bellezza è crudele”.

 

Annunci
Categorie: libri | Tag: , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: