what’s going on

Ieri pomeriggio – in fase di cazzaggio acuta – mi sono messo a leggere il passato su questo blog. Mi sono accorto che qualche anno fa le cose le “facevo accadere”. Ora che sono diventato “adulto” mi sembra di lasciare agli altri tutta una serie di compiti, compreso quello di decidere “come” “cosa” “quando”. E pure il “perché”.

Non è qualcosa che mi piace, proprio no. Quindi bisogna cambiare.

Ma c’è un “ma”. Ogni tanto mi piace stare per conto mio, da solo. Guardare una carta geografica dei dintorni e decidere: voglio andarmene qui. Voglio vedere questa cosa.

Un paio di settimane fa sono andato a vedere uno scavo archeologico vicino a Siena. In un bosco. Ho trovato la strada grazie al mio fido navigatore-cellulare-tuttofare e via. E mi piace fare queste cose da solo, perché gli altri mi prendererebbero per pazzo e irrecuperabile. Forse hanno ragione, ma io ho bisogno anche di un equilibrio.

Un equilibrio tra il “fare festa” e “ascoltare me stesso”. In fondo è una cosa che fa parte di me da sempre e non è che sono invecchiato da un mese a questa parte.

Nel mezzo del caos cerca sempre l’oasi dove farmi domande e aspettare risposte.

Così è, se mi pare.

Emanuele

Annunci
Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: